spazio

    • Lignano pineta - Prenotazioni fuori stagione

    Come riportano le cronache dell’epoca "all’alba del 5 giungo
    1953 il rombo del primo trattore, ruppe il silenzio della pineta
    e si sovrappose al risciacquio delle onde sulla battigia"

    si iniziavano a solcare le dune della pineta, per tracciare le prime strade della località.

    Lignano Pineta ha origine grazie all'iniziativa di un gruppo di imprenditori friulani, che realizzano un innovativo progetto urbanistico a forma di spirale ideato dall'architetto Marcello D'Olivo.
    Questo progetto è stato ripreso da numerose riviste per originalità e funzionalità e perché non ha deturpato il paesaggio e la pineta; la realizzazione a forma di chiocciola o spirale "verde", è stata riportata sullo stemma e quindi sulla bandiera del Comune di Lignano Sabbiadoro.

    Storia Lignano PinetaAnche Ernest Hemingway soggiornò spesso in Friuli,
    contribuendo al lancio pubblicitario della località, che definì la
    "Florida d'Italia". Alberto Sordi, con casa a Pineta tra Arco del
    Maestrale e Raggio del Bisato, fu uno dei protagonisti della vita
    mondana di Lignano negli anni ’60.
    All'opera dei fondatori della Lignano Pineta spa con in testa il
    presidente conte Alberto Kechler, ha fatto seguito a partire dal
    1979 quella di un nuovo gruppo di imprenditori friulani
    con a capo il presidente Renzo Ardito; dal 1998 è entrato in
    azienda il dott. Giorgio Ardito. Ai fondatori della Lignano Pineta
    spa è dedicata una stele in pietra d'Istria opera dello scultore
    Giorgio Celiberti, collocata sul Piazzale D'Olivo.


    Nei primi anni ’80 anni tutte le sette "rotonde" o uffici spiaggia sono stati dotati di un bar con terrazza panoramica e successivamente sono stati congiunti con una passeggiata sopraelevata, accessibile ai portatori di handicap e formata da cabine in muratura.

    Lignano Pineta spa prosegue in un continuo rinnovo degli uffici
    spiaggia (servizi igienici, gli uffici, i magazzini, ecc.) e delle attrezzature da spiaggia (ombrelloni, sdraio, lettini, sedie "regista", ecc.).
    Lignano Pineta spa aumenta via via la gamma dei servizi offerti alla clientela: animazione in spiaggia per adulti e per bambini, servizio di baby sitting, giochi d'acqua dal pontile, zone "light", "élite" e "lettini", promozione "settimana in spiaggia e dintorni", questionari di gradimento, prenotazioni ombrelloni via internet, braccialetti per bambini per facilitare il loro ritrovamento in caso di smarrimento, pacchetti promozionali ombrelloni e cabina, ecc...

    L'azienda è stata la prima ad introdurre dei computer presso gli uffici spiaggia per meglio organizzare i servizi spiaggia e ridurre le attese dei clienti. La società ha attivato un servizio di pronto intervento sanitario direttamente sull'arenile gestito dalla S.O.G.IT., che pone l'arenile di Pineta all'avanguardia per la completezza dei servizi offerti ai bagnanti. Lignano Pineta spa ha istituito inoltre il babysitting "Divertitom" tra Raggio di Levante e Lungomare Alberto Kechler, attrezzando 3.000 mq di pineta a ridosso dell'arenile con due baite in legno e una grande tenda per riparare i bambini in caso di maltempo, arricchendo così l'offerta turistica della località di Pineta di una infrastruttura molto richiesta. La società ha attivato un programma di manutenzione e di ripristino conservativo della pineta presso il Lungomare Kechler, in collaborazione con la guardia forestale.

    Nel 2000, dopo oltre cinque anni di progettazione ed iter autorizzativi, è partita la realizzazione del
    "Parco del Mare" tra Kursaal e Piazzale Marcello D'Olivo; precisamente tra Viale a Mare, Raggio dei Canestrei, Raggio delle Cappelunghe, Viale delle Terme e lungomare Kechler sono stati creati nuovi parcheggi a pettine sul lungomare, portali d'ingresso illuminati dal basso con cartelli illustrativi sul Lungomare e in Viale a Mare, sono stati posizionati portabiciclette, panchine, fioriere, cestini, illuminazione serale, percorsi pedonali, percorso fitness, ecc...Il parco è stato abbellito con opere dello scomparso scultore friulano Luciano Ceschia e dello scultore veneto Simon Benetton. Il "Parco del Mare" ospita inoltre dall'estate 2001 il "Simposio internazionale di scultura su pietra di Aurisina". Ogni anno nel mese di maggio tre artisti scolpiscono per 2 settimane sotto i pini; le opere realizzate restano per sempre ad abbellire l'area verde. Il parco è stato completato nella stagione estiva 2002, con il montaggio di una struttura polifunzionale per attività ed iniziative culturali, con il rifacimento del bar "Ai Giochi" ora "Giarabub" e l’ampliamento dell’area giochi "I Gommosi". Analoga progettazione per la valorizzazione dell’area pinetata tra Via Giardini, Lungomare Kechler e il Piazzale D’Olivo è in avanzata fase istruttoria.
    Il progetto prevede fra l’altro il recupero del fabbricato dell’ex distributore di carburante per ospitare la
    "Fondazione architetto Marcello D’Olivo".

    La stagione estiva 2001 ha visto l'ampliamento della "rotonda" o ufficio-spiaggia cinque con bandiera svizzera con ulteriori otto confortevoli servizi igienici a disposizione dei bagnanti e ad una nuova terrazza per il bar soprastante. A questo rinnovo hanno fatto seguito per la stagione 2002, l'ampliamento dell'ufficio-spiaggia quattro con bandiera italiana, per la stagione 2003 l'ampliamento del numero uno con bandiera olandese e per quella 2004 l’ampliamento del numero sette con bandiera austriaca.
    Il programma di ammodernamento delle altre tre "rotonde" è in attesa di ricevere il via dalle autorità competenti e si ritiene di poter procedere per l'estate 2008.

    Lignano Pineta spa ha commissionato nel maggio 2003 al Dipartimento di Scienze Geologiche Ambientali e Marine dell’Università di Trieste e a Med Ingegneria di Padova lo studio "Il litorale prospiciente il lungomare Adriatico a Lignano: analisi dei processi di dissesto e proposte di intervento contro l’erosione marina" con gli allegati "Caratterizzazioni ed evoluzione dell’area" e "Studio meteomarino e analisi modellistica". Proprio da questo documento del D.I.S.G.A.M. e Med Ingegneria ha preso avvio il progetto congiunto della Regione Friuli Venezia Giulia e del Comune di Lignano Sabbiadoro per lo spostamento sabbia dal canale in foce al Tagliamento e ripascimento della spiaggia di Pineta e Riviera. Questo progetto è stato ribattezzato "Due piccioni con una fava", perché ripristina la navigabilità per i diportisti del passo marittimo in foce al Tagliamento e combatte il fenomeno erosivo in atto sull’arenile. L’appalto triennale della Regione ha concretizzato il progetto, che vede contribuire economicamente i concessionari di spiaggia e dei porti turistici sul Tagliamento per le spese relative ai carotaggi e alle analisi delle sabbie da parte dell’ARPA.
    Il primo intervento del programma triennale si è svolto con successo tra febbraio e fine aprile 2006 con un servizio televisivo andato in onda sulla Oe.R.F. l’omologo della RAI in Austria; il secondo ha preso avvio nel febbraio del 2007. Lo studio D.I.S.G.A.M. – Med Ingegneria prevede inoltre la realizzazione di opere di difesa dal fenomeno di erosione costiera, che stanno seguendo l’iter istruttorio necessario presso le autorità competenti.

    L’estate 2003 ha visto i festeggiamenti di "cinquant’anni di vacanze" a Lignano Pineta, con pagine sui
    quotidiani, poster, cartoline, annulli postali celebrativi dell’evento e una gigantesca "sardellata" sul piazzale Marcello D’Olivo a cui hanno partecipato migliaia di persone.

    Nel 2005 Lignano Pineta spa ha intrapreso il processo di certificazione ambientale ISO 14.000.

    Immagine HemingwayA maggio 2005 è da ricordare la visita del presidente della
    Regione Friuli Venezia Giulia Riccardo Illy alla spiaggia di Lignano Pineta
    ; con una partenza in gommone dal pontile a mare di Pineta per un trasbordo su tre barche a vela OD 36 dei Cantieri Serigi di Aquileia, il presidente Illy, l’assessore regionale Sonego, alcuni dirigenti e funzionari regionali e assessori comunali di Lignano Sabbiadoro, dopo una veleggiata ed un aperitivo a bordo, hanno risalito il Tagliamento e sono approdati al Porto Turistico Marina Uno.

    Il campionato di basket 2005-2006 è stato l’inizio della sponsorizzazione della squadra di serie A Snaidero Udine; "far sistema a tutti i livelli" è stato il messaggio che l’azienda ha voluto lanciare con questo nuovo impegno sportivo, ripetuto anche nella stagione 2006-2007 e 2007-2008.

    Durante l’estate 2006 è iniziata la collaborazione tra Lignano Pineta spa, S.I.L. spa e il quotidiano Messaggero Veneto, che ha aperto una redazione estiva per tre mesi durante la stagione balneare negli uffici dell’azienda in Viale a Mare; per la località di Lignano la disponibilità di due pagine al giorno per comunicare tutte le
    manifestazioni e le attività che si svolgevano durante la stagione, ha dato un grande contribuito a migliorare il funzionamento dell’azienda Lignano e il rapporto con tanti suoi affezionati clienti.
    Vai in cima

    fine pagina



     
    Ernest Hemingway
    1983 - Il presidente Renzo Ardito al Premio Hemingway
    chiudi
     
     
    Ernest Hemingway
    2005 - Il presidente della regione Riccardo Illy con Renzo e Giorgio Ardito
    chiudi
     
    Storia Lignano Pineta Storia Lignano Pineta